Floriosintesi

Naming e pay off | Il metodo di Liberato Florio parte da un’analisi per arrivare ad una sintesi. Il cliente che si rivolge al Couselor viene spogliato di tutto il superfluo che egli stesso, o il mondo esterno, ha creato. La Floriosintesi riduce il tutto ad una sintesi, arriva all’essenza del disagio per riportare in luce l’essenza dell’individuo.

La scelta di rimandare il naming alla ben nota parola “Fotosintesi Cloro lliana”, non è stata casuale, ma voluta.

Nella foglia (cliente) arriva la linfa grezza (ascolto professionale del counselor) e, attraverso gli stomi della foglia, entra l’anidride carbonica presente nell’atmosfera (contestualizzazione del disagio). La cloro lla contenuta nella foglia (punti di forza del cliente) assorbe la luce del sole (input del counselor) e ne trattiene l’energia. Le foglie utilizzando la linfa grezza ricevuta dalle radici, l’anidride carbonica contenuta nell’atmosfera e la luce del sole riescono a fabbricare il nutrimento per la pianta, cioè la linfa elaborata e producono ossigeno, indispensabile alla vita (raggiungimento della condizione di benessere ed equilibrio quotidiano attraverso le sedute di counselling).
Il processo di Fotosintesi Cloro lliana è un processo naturale che permette alle piante di auto-alimentarsi.

Il Counselor aiuta l’individuo a trovare il modo di eliminare il disagio, di ricominciare a respirare naturalmente grazie “all’ossigeno vitale”. Quindi, la FOTOSINTESI CLOROFILLIANA sta alle piante come la FLORIOSINTESI sta al cliente desideroso di una nuova linfa.

Il posizionamento della Floriosintesi non è quindi un metodo qualsiasi, bensì quello di Liberato Florio : Floriosintesi.

Logotipo | La matassa aggrovigliata che sovrasta il naming rappresenta una situazione di disagio in cui l’individuo, il punto al centro, vive e dalla quale è sopraffatto e intrappolato.

L’estremità della matassa è collegata alla lettera “i” del naming e ne diventa suo prolungamento. Il disegno, pertanto, nonostante sia trattenuto dalla lettera mantiene una sua dinamicità. La curva ampia che parte dalla lettera “i” sembra illustrare l’istante in cui avviene l’inizio della sintesi.

Nel complesso l’interpretazione è chiara e semplice, Florio utilizza il suo metodo counseling, (Floriosintesi) con la sintesi che sbroglia la matassa, elimina il disagio liberando l’individuo.

Il Font scelto per il naming è un graziato allegerito e sempli cato in alcune parti.
Per il payoff si è utilizato un Font lineare e pulito, per ottenere un contrasto con quello del naming.

Immagine coordinata | Bigliettino da visita, carta intestata, busta, brochure.

Social adv | L’obiettivo principale del piano editoriale personalizzato e sviluppato per il social network Facebook è stato quello di costruire una Brand Reputation e una Brand Awareness del cliente Liberato Florio e della sua attività di couselor la Floriosintesi.

Nel primo mese è stato necessario suscitare curiosità ed interesse negli utenti di Facebook attraverso un visual minimalista ed enigmatico, supportato da un copy esplicativo.

 

Nel secondo mese si è cercato di spingere l’utente a soffermarsi sugli elementi base del metodo counseling, invitandolo alla lettura, riflessione e comprensione di essi.

Nel terzo mese invece, si è focalizzata l’attenzione sul bisogno di comunicare le principali aree di impiego dell’attività di Couselor.

| Art Direction / Graphic / illustration: Alberta Pota

Art & Strategic Direction / Copy /Social Media Strategy: Chiara Scoglionero |

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *